RAPPORTO 2014

ATTUAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN ITALIA

 

Roma, 19 dicembre 2014

 

La presentazione del Rapporto 2014 sullo Stato di Attuazione della Certificazione Energetica degli Edifici - diffuso dal Comitato Termotecnico Italiano (CTI) e relativo ai risultati conseguiti nel 2013 - è stata l’occasione per fare il punto sulle politiche e azioni attualmente in atto per la promozione dell’efficienza energetica sui decreti attuativi della Legge 90/13 (DM “Requisiti Minimi” e “Linee Guida”).

Lo scopo tradizionale del Rapporto è tracciare un quadro della normativa e dei risultati ottenuti dalle singole Regioni e Province autonome, permettendo così di misurare lo stato nazionale dell’applicazione della Direttiva EPBD e, nello stesso tempo, di sostenere il cammino verso una maggiore uniformazione dei metodi e procedure del calcolo delle prestazioni energetiche e il relativo rilascio dei certificati, come peraltro richiesto dal mondo operativo e dall’industria del settore.

Nell’edizione 2014 sono stati introdotti anche degli elementi di confronto con la realtà della UE elaborati dal BPIE (Buildings Performance Institute Europe) in collaborazione con il CTI. Risulta che l’Italia, nonostante le problematiche che affliggono il settore, è tra le nazioni più avanzate nel settore e che dispone, probabilmente, della maggiore esperienza. L’Italia, di fatto, vanta ben oltre 3,5 milioni di abitazioni certificate (stima relativa al 2013, sicuramente in difetto), ovvero oltre il 50% in più rispetto al 2012.

Il risultati delle indagini svolte sono disponibili su un sito dedicato che offre una visione più dettagliata e in continuo aggiornamento sul tema. “Pensiamo che il lavoro in corso - sottolinea il Direttore Generale per l’Energia Nucleare, le Energie rinnovabili e l’Efficienza Energetica del MISE Sara Romano nella presentazione dello studio - rappresenti un’opportunità molto importante per orientare una riqualificazione del patrimonio immobiliare nazionale, puntando a risultati ambiziosi in termini di riduzione dei consumi energetici, di stimolo alla crescita economica, di creazione di posti di lavoro e di opportunità professionali”.

 

Alla Presentazione hanno contribuito gli ing. Mauro Mallone, Enrico Bonacci e Roberto Moneta per il MiSE e il dr. Sebastiano Serra del MATTM e l’Arch Giovanni Nuvoli del Coordinamento Energia delle Regioni. Per il CTI sono intervenuti i prof. Giuliano Dall’O’, Cesare Boffa e Giovanni Riva. Hanno poi contribuito l’arch. Gaetano Fasano e l’ing. Ezilda Costanzo dell’ENEA.

DOCUMENTI ALLEGATI

Sintesi del Rapporto sulla Certificazione Energetica 2014

Il documento illustra in maniera sintetica i contenuti del Rapporto 2014 sullo stato di attuazione della certificazione energetica degli edifici, costituisce una sorta di indice che facilità la consultazione dell'opera principale.

Link

Rapporto 2014 - Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia

Il Rapporto 2014 costituisce uno degli strumenti informativi utili a tutti gli attori coinvolti nella lunga filiera del sistema fabbricato-impianto compresi gli utenti. Il rapporto esamina l'attuazione della certificazione in Italia toccando tra l'altro temi specifici connessi alla legislazione ed alla normazione tecnica.

Non riproporre il Rapporto in altri siti internet, ma inserire un collegamento alla presente pagina CTI

Link

Comunicato stampa del CTI

Link

Comunicato stampa Ministero dello Sviluppo Economico

Link

Atti relativi alla giornata di presentazione del Rapporto (Estratto da Energia e Dintorni, gennaio 2015)

Link